Continua il tour di Francesco con la bici della Cooperativa Ulisse

Quest’anno EBT aveva come tema la decrescita, partito dalla Catalogna il 6 luglio e passato per la Francia, siamo arrivati il 19 settembre a Venezia, in concomitanza con l’apertura  della Terza Conferenza Internazionale sulla Decrescita e la Sostenibilità.

Dei 35 che hanno dato il via all’edizione 2012, solo 5 l’hanno portata a termine fino a Venezia. Infatti lungo il percorso c’è chi va e c’è chi viene: alla fine hanno partecipato più o meno 120 persone da tutto il mondo, con una media di 25 ciclisti al giorno. Alcuni che hanno pedalato per mesi o settimane, altri solo per alcuni giorni. Durante il percorso si e’ unita a noi anche una band di nove elementi con tanto di contrabbasso e altri strumenti decisamente ingombranti.:)

Con lo scopo di includere e responsabilizzare ogni singolo partecipante le decisioni quotidiane venivano prese per consenso, di fatto Ecotopia Bike Tour è un progetto orizzontale e senza gerarchia.  Tutte le persone che ho incontrato in questa avventura hanno dimostrato di possedere di gia’ alcuni principi dell’autogestione e un grande interesse  per l’ecologia, la decrescita e ovviamente l’uso della bicicletta, il che trasmette speranza per un futuro migliore

Esistono infatti altre linee guida che tutti devono rispettare: il cibo preparato durante il tour deve essere veg(etari)ano e  con ingredienti possibilmente locali, mentre i compiti e le responsabilità devono essere divisi tra tutti.

Ogni due-tre giorni abbiamo visitato progetti diversi!  Ho trovato super interessante la vita quotidiana all’interno di questa comunità “nomade” che cambiava continuamente e che aveva dunque dinamiche sempre nuove; mi ha colpito l’alta densità di spazi occupati, progetti alternativi e autogestiti della Catalogna;  Éourres, un villaggio francese in transizione con un sistema di funzionamento basato sulla co-operazione fu’ davvero interessante; pedalare sulle Alpi francesi in sella ad una bicicletta ULISSE non ha prezzo  J.

Arrivati finalmente a Venezia, ci siamo uniti a un’insolita Critical Mass che ha esplorato parti della città solitamente off-limits per le bici, e alla Punta della Dogana abbiamo raggiunto un corteo acqueo organizzato dal Comitato No grandi Navi, che si batte per l’allontanamento delle grandi navi da crociera dal porto lagunare.

Per la Conferenza sulla Decrescita e la Sostenibilità erano presenti a Venezia circa 900 persone, con  centinaia di workshop in tutta la città.  E’ davvero interessante che una conferenza per certi versi accademica (Ignacio Ramonet, Serge Latouche, Rob Hopkins e Maurizio Pallante tra i relatori, ndr) fosse legata ai movimenti sociali della zona e  ospitasse all’interno del suo programma anche manifestazioni, feste e azioni dirette. Ma allo stesso tempo non sono la persona più adatta per parlarne: dopo due mesi su una bici era difficile trovare l’energia per parteciparvi attivamente.

Il coordinamento dell’edizione 2013 dell’Ecotopia Bike Tour avverrà da Berlino e il tema sarà “Confini, frontiere e oltre” e consiglio a chiunque sia interessato di gettarsi a capofitto in questa grande esperienza.

Grazie ancora alla Co-operativa Ulisse per il suo supporto.  Ulisse e’ davvero un progetto importante per il nostro futuro, quello dei giovani, e per la societa’ in generale. Ulisse, come tutti quei progetti simili intorno al mondo (alcuni dei quali ho visitato durante questo biketour) e’ una scintilla che motivera’ il cambiamento piu’ importante in nome della giustizia, uguaglianza, fratellanza e dell’ecologia.

Continuate cosi’! Grazie

A presto e tanti auguri di cuore per un felice anno nuovo pieno di soddisfazioni.

Francesco Benvenuti

(P.S. Sto ancora aspettando le foto piu' carine da un compagno di viaggio. Ho deciso di scrivervi prima di natale e mandarvi le uniche foto che avevo, ma quando avro le altre foto con la comunità ciclista ve le mandero' se volete metterle sul vostro sito).

A presto..

Sei qui: Home Ecotopia Biketour Continua il tour di Francesco con la bici della Cooperativa Ulisse